Carta da parati, non è come la immaginate: Vito Nesta per Texturae

Carta da Parati Vito Nesta per Texturae - barba

Se dico “carta da parati” sono sicura che a molti di voi si rizzeranno i peli sulle braccia e verrete inondati da ricordi di tristissimi rivestimenti in case vecchie e austere di zie lontane. RESET! Siamo nel 2016 e fortunatamente esiste un mondo dove talenti creativi e nuove aziende di design si uniscono per ridare onore alle bistrattate carte da parati, come hanno fatto Vito Nesta e Texturae.

Carta da Parati Vito Nesta per Texturae -rosetti-Carta da Parati Vito Nesta per Texturae - posate-Carta da Parati Vito Nesta per Texturae - piatti

Vito Nesta è un designer, art director, decoratore d’interni e artigiano nato in Puglia e ora “adottato” da Milano, da dove nel suo studio si apre al mondo – animato da una curiosità enorme per le culture straniere – e collabora con brand come Karpeta, Roche Bobois, Bagutta e non solo.

Texturae è un’azienda appena nata (2016) ma con le idee molto chiare: concedere alle più innovative espressioni grafiche e artistiche di invadere gli ambienti, trasformando lo spazio in una personale galleria. Non si tratta di semplici carte da parati, ma di finestre su mondi immaginari, che nel caso delle serie realizzata in collaborazione con Vito Nesta diventano mezzo per risvegliare i luoghi dell’abitare proprio con gli oggetti che fanno parte dello spazio e delle azioni quotidiane. E così abbiamo la carta con i piatti in cucina, i rossetti in bagno, i robots nella camera dei ragazzi.

Carta da Parati Vito Nesta per Texturae -farfalle Carta da Parati Vito Nesta per Texturae -robot-

“Le mie idee non hanno un legame diretto con la corrente artistica POP, il mio lavoro nasce dal mio essere sognatore romantico. Prendo oggetti dai ricordi d’infanzia o che girano nella mia mente e li rielaboro, proponendoli con una diversa funzione: visto che sono oggetti di uso quotidiano c’è un rimando alla cultura popolare, quindi in quel senso possiamo definire il mio lavoro Pop.” 

Vito Nesta

Sovrapposizioni e un mix di colori che creano disegni nei disegni completano lo stile, trasformando semplici oggetti in icone e portano la carta da parati da sfondo a protagonista.

Leave a Reply