Sapiens Design: verso un futuro umanizzato e funzionale

 Sapiens Design

È da qualche tempo che seguo Sapiens Design, il duo creativo nato dall’incontro tra i designers Alessandro Mattia e Gloria Gianatti, laureati al Politecnico di Milano rispettivamente in Product e Interior Design. Recentemente presenti alla Design Week di Catanzaro e a quella di Bologna (e certo non estranei alla Milano Design Week), li ho raggiunti per scoprire la loro visione sul design del futuro: il nome dovrebbe anticiparvi già qualcosa. Leggete qui sotto!

Sapiens Design

Sterlizie: Le unioni professionali in campo creativo sono tutt’altro che rare. Per voi qual è il plus dato da un duo, e come si applica nel vostro caso?

Sapiens Design (Gloria): Fin dall’inizio del nostro percorso lavorare in team è stato per entrambi utile sia per esplorare diversi approcci creativi che – e soprattutto – per imparare a conoscere meglio noi stessi e definire un nostro personale metodo progettuale. La progettazione è una disciplina complessa e spesso richiede un approccio multidisciplinare.
Aver acquisito competenze diverse e complementari ci permette di affrontare ogni progetto da diversi punti di vista e di approcciare la progettazione a 360°.
La ricetta del nostro sodalizio creativo: stima reciproca, il supportarsi a vicenda, la passione per quello che facciamo, una visione condivisa, la voglia di concretizzare un sogno, non avere orari.

La filosofia progettuale di Sapiens Design si fonda sulla convinzione che, pur essendo realizzato in serie, ogni prodotto vive in modo unico. Oltre a rapportarsi con l’essere umano attraverso la sua forma-funzione, infatti, ogni oggetto ci accompagna nella vita quotidiana, stimolando curiosità ed immaginazione. Questa interazione tra soggetto e oggetto permette di scoprire e inventare nuove possibilità ed occasioni d’uso. Ogni oggetto ha, in questo senso, un’anima. Ed è partendo da questa anima che Sapiens Design immagina un futuro umanizzato e funzionale, in una parola: evoluto.

Sterlizie: In questa visione del design del futuro “umano ed evoluto”, che ruolo ha la tecnologia? Gli oggetti delle nostre case sembrano infatti essere destinati a diventare sempre più digitalmente interattivi.

S.D: La tecnologia rappresenta oggi un tema imprescindibile, ma non deve diventare un limite per il prodotto. In un’ottica sostenibile il nostro obiettivo è creare oggetti duraturi, che non invecchino in base all’ultimo ritrovato tecnologico.
Con il concetto di “futuro umanizzato ed evoluto” intendiamo riportare al centro dell’attenzione l’uomo e l’interazione con il suo ambiente. Vorremmo che l’evoluzione tecnologica accompagnasse i nostri oggetti nel futuro e non che ne determinasse una precoce obsolescenza.
Consideriamo di sfruttare tutte tecnologie digitali che favoriscano in modo sostenibile tale relazione.

Quid vasi contenitori sapiens design bianchi legno moderni

Quid è una serie di tre vasi/contenitori Made in Italy, in cui legno e ceramica dialogano in un gioco di possibili configurazioni. Il corpo in ceramica, lavorata artigianalmente, si trasforma da vaso in contenitore, a seconda di come viene posizionato l’elemento in legno massello di rovere, che può fungere sia da base che da tappo.

Oplamp_h_03_red Sapiens Design  Sapiens Design

Anche la lampada Oplàmp è in grado di suggerire e stimolare diverse possibilità d’uso.
Si tratta di una lampada da tavolo composta da un corpo in ceramica e da una base in legno massello in rovere in cui è alloggiata una fonte luminosa led. Grazie alla sua forma, ottenuta dalla fusione di tre coni, il corpo di Oplàmp può essere ruotato in tre posizioni che gli permettono di soddisfare diverse esigenze luminose, proiettando contemporaneamente due fasci luminosi Oplàmp che creano combinazioni di luci differenti: da tavolo e ambientale.

Sterlizie: In base alla vostra esperienza, qual è la situazione del design indipendente in Italia? Breve considerazione sul mercato e sul pubblico.

S.D.: La crescita del design indipendente dimostra che, quella che spesso nasceva come una necessità, si sta affermando come una realtà consolidata, soprattutto grazie alle opportunità offerte dai nuovi mezzi di comunicazione. La presenza capillare su tutto il territorio italiano di professionisti e artigiani favorisce il proliferare di interessanti contaminazioni tra design e artigianato.
L’approccio alla disciplina è cambiato sia da parte dei designer indipendenti che in parte, per reazione, dei brand affermati. Dal punto di vista del mercato una nuova opportunità deriva dalla crescita dei canali di vendita on-line. La nostra personale esperienza ci suggerisce che il pubblico italiano sta imparando ad apprezzare questo tipo di produzione e ne riconosce il valore.

L’ultimo progetto presentato è il sistema contenitore modulare Idem, in preview sul canale Instagram di Sapiens Design. Seguiteli! 

Leave a Reply