Ha aperto M9, il Museo Multimediale del 900 a Venezia Mestre

Un’esperienza multimediale per percorrere il passato, comprendere il presente e immaginare il futuro: ha aperto M9, il Museo Multimediale del 900 a Venezia.  È incluso nel progetto di riqualificazione urbana della città di Mestre, interamente sostenuto dalla Fondazione di Venezia, il cui centro appunto è il nuovo Museo del ‘900, il primo esclusivamente multimediale d’Italia, inaugurato lo scorso 2 dicembre 2018.

Non solo uno regalo alla città, ma anche al Paese, al mondo: un museo della nazione perché gli italiani conoscano il secolo che più ha contribuito a creare la loro identità odierna, nella convinzione che la conoscenza è la base indispensabile per progettare il futuro individuale e collettivo. Un museo simile mancava, sinora, all’Italia.

Il Novecento è stato il secolo delle massime contraddizioni: miglioramenti rapidissimi e prima impensabili nelle condizioni di vita e nel benessere della popolazione sono avvenuti accanto a immani tragedie consumate nelle guerre più distruttive che la storia ricordi e in crisi economiche anch’esse senza precedenti. Sviluppi e distruzioni che hanno profondamente mutato lo stile di vita e la cultura del nostro paese, ben oltre la soglia del ventunesimo secolo. 

Questo percorso collettivo è reso vivo da un museo originale, innovativo ed emotivamente coinvolgente, che pone la multimedialità e l’interattività al servizio della narrazione storica.  Il visitatore sarà immerso nei cambiamenti della cultura, degli stili di vita, dei paesaggi naturali e urbani, della scienza e del lavoro che hanno caratterizzato l’accelerazione che la storia ha impresso al ventesimo secolo, sino ai giorni nostri, e sarà condotto a comprendere i movimenti della popolazione, dell’economia, della politica che stanno alla base di questi cambiamenti e che con essi hanno interagito. 

Diviso in otto grandi aree tematiche distribuite su due piani dell’edificio progettato dalla studio d’architettura berlinese Sauerbruch Hutton, M9 è un museo senza oggetti, dove protagonista è il materiale video, fotografico, grafico e documentale raccolto in oltre 100 archivi italiani.  Ecco le sezioni:

1. Come eravamo, come siamo. Demografia e strutture sociali.
2. The Italian way of life. Consumi, costumi e stili di vita.
3. La corsa al progresso. Scienza, tecnologia, innovazione.
4. Soldi soldi soldi. Economia, lavoro, produzione e benessere.
5. Guardiamoci intorno. Paesaggi e insediamenti urbani.
6. Res publica. Lo Stato, le istituzioni, la politica.
7. Fare gli italiani. Educazione, formazione e informazione.
8. Per farci riconoscere. Che cosa ci fa sentire italiani.

Le due sezioni del M9 Museo Multimediale del 900 progettate da Karmachina

Karmachina, studio di multimedia communication design di cui vi ho parlato in passato, ha progettato e realizzato con Engineering Associates le visitor experience della sezione 1 “Come eravamo, come siamo. Demografie e strutture sociali” e della sezione 6 “Res Publica. Lo stato, le istituzioni, la politica”. 

M9 Museo multimediale del 900 italiano a venezia sezione progettata da Karmachina

Sez. 1.2 Misuriamoci. Alti, bassi, magri e grassi

 
M9 Museo Multimediale del 900 Italiano Karmachina

Sez. 1.3 In cammino. Le migrazioni

Come sono cambiati gli italiani nel corso del ‘900? La sezione 1 del nuovo Museo Multimediale del ‘900 risponde a questo interrogativo. Condizioni ambientali, flussi migratori, eventi bellici e dinamiche economiche hanno modificato radicalmente la popolazione italiana, nella composizione demografica e nelle dinamiche socio-culturali.

M9 Museo Multimediale del 900 a Venezia by Karmachina

Sez. 6.5 L’arena politica. Piazze, masse, leader

Come la partecipazione di massa degli italiani ha cambiato il corso della storia? La sezione 6 mette in scena le grandi arene politiche dello scorso secolo, costruendovi attorno un complesso racconto sul passaggio dalla monarchia alla Repubblica, dalla guerra alla pace, dal totalitarismo alla democrazia. La piazza è individuata come metafora della nostra appartenenza a una collettività.

 

Il Museo si pone come un organismo vivo e in costante evoluzione, come vogliono anche le tecnologie adottate, e pensa già a domani: verrà rinnovato ogni anno, per rispecchiare i mutamenti culturali, tecnologici, sociali e politici d’Italia, nella consapevolezza che la storia viene sempre rivisitata partendo dai problemi di oggi, con l’occhio attento ai mutamenti che si aprono al futuro.

 

M9
via Giovanni Pascoli 11
30171 Venezia Mestre
T +39 041 2387230
info@m9digital.it

https://www.m9digital.it

Leave a Reply