Francesco Ballestrazzi: oltre l’idea comune dei cappelli

Francesco Ballestrazzi SS15 disneyHo incontrato Francesco Ballestrazzi a un evento a Milano, un paio di mesi fa. Vidi quel cappello con lunghe orecchie da coniglio e ne rimasi folgorata: volli subito stringere la mano al suo creatore! Perchè è così: Francesco, classe 1982 originario di Carpi (in provincia di Modena), realizza ogni pezzo delle sue collezioni personalmente e a mano.

Si tratta di vera artigianalità italiana in una tradizione, quella della modisteria, che più di altre ha bisogno di nuovi talenti per rinnovarsi e portare in alto nel mondo la bandiera nazionale. Francesco Ballestrazzi ci sta già riuscendo, fin da quando, nel 2011, ha lanciato l’omonimo brand facendosi subito notare per l’incredibile creatività e originalità che contraddistingue forme e tecniche dei suoi cappelli.

[guarda la gallery: continua sotto!]

Feather headpiece ballestrazzicappello con orecchieFrancesco Ballestrazzi stella gialla

Francesco Ballestrazzi primavera 2015 pink feathers cap cap Francesco Ballestrazzi corona di fiori ballestrazzi cartoon flowers headpiece bird headpiece

copricapo piume ss15

cap stars ballestrazzi
Francesco Ballestrazzi ss15

Che poi, diciamolo, chiamarli cappelli è decisamente riduttivo. Si tratta più di “accesssori per la testa”, che dalla forma della testa prendono vita lasciandosi alle spalle l’idea comune di cappello e diventando espressione visiva dei sogni e delle ispirazioni del designer.

Francesco Ballestrazzi SS15: DayDream

Non a caso la collezione di cappelli e accessori Francesco Ballestrazzi SS15 si chiama DayDream: un’esplosione primaverile di colori e forme di pasta quasi disneyana, tra stelle, corone di fiori e animali magici – chi non adora gli unicorni?

cappello unicorno rosa ballestrazzipettinino con stelleFarfalla copricapo

Caps, cerchietti decorati, pettinini e sì, anche lui: il cappello-coniglio di cui vi parlavo all’inizio.

Amazing #bunny #hat by @francescoballestrazzi crazy and lovely! #sterlizieblog #youngtalents #rabbit

Una foto pubblicata da Francesca (@francescabasile) in data:

Estetica ardita nella sua purezza disarmante: eppure non mi tolgo il pensiero che ci sia qualche messaggio nascosto tra i soggetti idiallici e i toni pastello. Sarà forse un invito a saltare nella tana del bianconiglio?

rabbit headpiece

Che siate abbastanza apertamente fantasiosi per includere un’opera di Ballestrazzi nel vostro parco accessori o no, sono sicura che come me non resisterete all’idea di condividere la bellezza fresca e spensierata di queste creazioni con chi la saprà apprezzare: su Pinterest, Facebook, Twitter o dove volete – passate parola!

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Leave a Reply