Il Gucci Museo di Firenze arriva online

Guccimuseo.com

Forse non lo sapevate, ma nel 2011, in occasione del novantesimo anniversario della Maison, a Firenze è aperto un Museo dedicato alla storia, alle iniziative e ai modelli creati da Gucci. Il Museo di trova all’interno dello storico Palazzo della Mercanzia risalente al 1337 e simbolo delle arti e dei mestieri fiorentini: per chi non potesse visitare il Gucci Museo di persona, da oggi è possibile vivere questa incredibile esperienza anche online grazie al nuovissimo guccimuseo.com.

Gucci Museo Flora - sterlizie blog

L’annuncio è fresco di giornata e sta girando in tutto il mondo grazie al supporto di ben otto lingue sul sito, che inoltre è stato pensato – meno male direi, visto che siamo nel 2014 – per avere la massima compatibilità con tutti i dispositivi, sia desktop che mobile.

Gucci Museo - Bamboo Bag 1958

Fin dalla mia prima visita all’archivio, quando approdai a Gucci, ho sentito una profonda responsabilità verso la tradizione del marchio. Ho voluto far rivivere il suo prezioso patrimonio storico per celebrare il grande potere narrativo che esiste dietro l’incredibile varietà di prodotti e motivi iconici di Gucci. Questa è stata la motivazione dietro la creazione del Gucci Museo, in occasione del 90mo anniversario del marchio nel 2011. Oggi, tre anni dopo, sono molto felice di aprire le porte del museo ad un pubblico globale attraverso internet”.

Frida Giannini – Direttore Creativo di Gucci

Gucci_Museo logo

Navigando su Gucci Museo troverete tre sezioni: L’Archivio, Gucci & l’Arte e Il Museo. Potrete visitare le esposizioni permanenti dell’archivio Gucci (bamboo, flora, borsetteria, lifestyle, viaggio, logomania e evening) e le mostre temporanee del passato, il tutto arricchito da foto di pezzi d’archivio, immagini panoramiche e video sui modelli iconici di Gucci.

Gucci Museo FloraGucci Museo Logo maniaGucci Museo - handbags 2E ancora: dettagli sulle mostre d’arte contemporanea organizzate al Gucci Museo, sui progetti a sostegno delle Arti e informazioni più pratiche per i visitatori che vogliono recarsi al Museo di Firenze. La più importante: il 50 per cento della vendita dei biglietti viene destinato al restauro di opere d’arte della città.

Gusto, stile, qualità, glamour: il mondo del brand nato proprio nel capoluogo toscano tanti anni fa non è mai stato così accessibile ad un pubblico globale. 

No Responses

Leave a Reply