Licia Florio ActiveWear: un atto di consapevolezza – Intervista

Licia_Florio_Active Wear

Concepire una linea di abbigliamento come uno stile di vita vuol dire farsene portavoce in prima persona. Ho fatto quattro con chiacchiere con Licia Florio (di cui vi ho raccontato spesso) e ho scoperto che moda e benessere sanno essere molto vicini.
 
• Abbigliamento, Scarpe, Gioielli e ora Technical Apparel: negli anni il mondo di Licia Florio si è arricchito di sfaccettature. Come curatrice di un brand che porta il tuo nome, quanto incidono nella sua evoluzione i cambiamenti esterni [mercato, pubblico, società] e quanto quelli personali? 
 
L. F: La curiosità è il motore di ogni cambiamento.
Ci piace continuare a fare ricerca, trovare nuovi mondi, ispirazioni e allargare il nostro brand in nuove direzioni.
L’influenza che arriva dal mercato la analizziamo nell’ottica di ottimizzare gli investimenti su progetti che abbiano un impatto reale e una visione di lungo periodo.
 
Licia_Florio_ Activewear
 
• Made in Italy e ricerca, le ragazze e le giovani donne di oggi sono pronte a scegliere un prodotto di valore. Che non è solo economico, o legato all’outfit. È davvero possibile, per un capo di abbigliamento o un gioiello, essere d’ispirazione?
 
L. F: Quando abbiamo iniziato a fare scarpe ci siamo accorti che la cosa che ci piaceva di più era il fatto che il nostro prodotto mettesse le persone in comunicazione: uno strumento per abbattere i muri relazionali con le persone, ma anche solo le timidezze.
 
Licia_Florio_ Active Wear
 
• Raccontami della tua linea di Technical Apparel, so che ti ha ispirato la tua passione per lo yoga. Come te la sei immaginata? Chi la indosserà?
 
L. F: Il primo lancio è stato con una serie di completi tecnici, molto colorati. Abbiamo applicato la ricerca che facciamo con le stampe di moda su di un settore sempre molto legato ad estetiche tecniche.
Ci siamo ispirati al materico, ai colori su carta.
Volevamo fosse un capo riconoscibile, ma non eccessivo.
C’è una nuova consapevolezza sulla vita, sul muoversi, sull’essere attivi.
Ci piacciono le donne sicure e attente alle loro scelte.
 
• Passiamo alle cose più leggere. Tempo fa ho visto su youtube un video-canzone, a dire il vero molto divertente, in cui alcune ragazze ironizzavano sull’abitudine di indossare “active wear” per fare cose molto poco attive – tipo “smoking in the street with my activewear”. 
Non mi sembra che in Italia sia già un’abitudine così diffusa, ma… quali consigli daresti per indossare la tua linea al meglio anche nelle situazioni di tutti i giorni?
 
L. F: Mi piace sentirmi comoda e a mio agio con le mie forme.
Non mi piace però sembrare lo stereotipo di una persona appena uscita dalla palestra.
Stiamo appunto sviluppando la linea per essere indossata in varie situazioni senza essere fuori contesto o sembrare pronti per le olimpiadi!
 
 

Un post condiviso da Francesca (@francescabasile) in data:

• Immagina: sono le 7.30 e stai per iniziare la tua session mattutina di Yoga! 
 
L. F: Una delle posizioni più rilassanti per me è headstand e sicuramente la farei con il completo Brush Strokes.
 

Leave a Reply