Sans Tabù e Mark Harfield: l’eros illustrato su foulard, sciarpe e coperte

Sans Tabù e Mark Harfield camicia-fw-14Già dal nome è un marchio passionale. Vi avevo parlato dei “corpi amati e corpi amanti” della collezione estiva Under The Sea, oggi torno a giocare con gli occhi con i foulard della nuova linea Eros Ludique, creata da Sans Tabù e Mark Harfield.

sans-tabu-sciarpa-erosConcepita in collaborazione con l’illustratore neozelandese Mark Harfield (come da tradizione: Sans Tabù si avvale ogni stagione del tratto di un artista diverso), la collezione Autunno/Inverno 2014-15 si amplia aggiungendo ai foulard plaid di cashemere, trapunte di seta, cuscini e calde coperte in pelo di alpaca. Un’evoluzione naturale che porta le sorprendenti grafiche contemporanee di Sans Tabù anche verso l’area Home, raccontando l’eros attraverso l’arte, i tessuti, le forme e le suggestioni cromatiche. Quello che mi ha colpito fin dall’inizio di questo brand italiano è come riesca ad esprimere in modo del tutto leggero e giocoso il tema vitale e gioioso dell’amore e del desiderio: del sesso, insomma.

sans-tabu-kimono-corto-fw-14I foulard in seta Sans Tabù sono unisex, maxi-taglia e leggerissimi, come tele d’artista. Ora si evolvono in sciarpe di lana, seta, cashemere, velluto di seta e pelliccia di Alpaca. Nella stagione più fredda troviamo avvolgenti kimono, morbidi camicie da portare con boxer o pantaloni con coulisse, t-shirt fluide, culottes, sottovesti… capi da portare dentro e fuori, notte e giorno, nascosti o esibiti, liberatori, carichi di un eros sottile e contagioso.

Sans Tabù e Mark Harfield kimono

La sfida è stata mantenere il senso e l’anima del mio stile personale, abbinarlo con l’immaginario legato all’idea “forte” di Sans Tabù e, infine, creare un lavoro che una selezionata clientela avrebbe apprezzato e indossato sul proprio corpo. […] Ero consapevole che le immagini sarebbero state indossate, avvolte attorno al corpo e che quindi sarebbe stata compressa la possibilità di osservare un disegno nella sua totalità. Il colore, la texture e le linee dovevano essere sviluppate in modo indipendente e al tempo stesso essere parte di un insieme coeso, in modo da esprimere in parte e nella totalità la narrazione grafica.
Mark Harfield

Sans-Tabù-Eros-Ludique-coulotte

La grafiche di Sans Tabù e Mark Harfield si adattano alle proporzioni di ogni capo (lavorato con cura artigianale) con atmosfere caleidoscopiche che esplorano le brume mattutine, la luce piena del mezzogiorno, i mezzi toni dell’imbrunire fino alla densità dell’oscurità. Luci metropolitane al neon attraversano gli ambienti, sottolineando un’ombra o la linea di un corpo. Certo, come dice lo stesso artista, la collezione Sans Tabù è destinata ad una nicchia di – perdonatemi il gioco – amatori: io di sicuro mi metto nel club, e voi?

Leave a Reply