Storia delle borse da uomo in una infografica

Una infografica mostra in breve la storia delle borse da uomo: chi ha detto che solo le donne hanno bisogno di trasportare oggetti?

Così se nel Medioevo si usavano perlopiù borselli a sacca da attaccare alla cintura per trasportare denaro e pietre focaie, nel Rinascimento erano erbe, fiori e spezie a finire nelle swete bagges (sweet bags), piccole e di forma squadrata (ricordiamo che proprio in quel periodo ci fu la rivoluzione delle tasche nell’abbigliamento – come facevano a stare senza?). Tra la fine del 1700 e la fine del 1800 si passa poi a modelli a noi più noti: è la valigetta la compagna dell’uomo della Rivoluzione Industriale, riempita con libri, documenti e oggetti personali di valore. Seguono tempi duri e durante le Guerre Mondiali c’è poco da trasportare: una borsa per il pane in cotone o canapa è l’accessorio più diffuso. Oggi si sa, è tutto un proliferare di messenger bags, ma c’è anche da dire che la riscoperta delle tradizioni artigiane in tutta Italia e non solo sta dando alla luce borse di altissima qualità anche al di fuori dei grandi nomi della moda.

E allora cari ometti, non siate timidi e non pensate che si tratti solo di accessori da donne: come dimostra questa storia delle borse da uomo in una infografica, anche voi siete chiamati in causa. Un unico consiglio: mi raccomando, già che ci siete, fatelo con stile!

storia delle borse da uomo

Storia delle borse da uomo: Share It!

Piaciuta l’infografica? E’ perfetta da condividere su Pinterest, dove trovate anche il mio profilo con la board dedicata a #Sterlizieblog e tanta ispirazione (tra cui altre infografiche, texture & patterns, inspirational…). Seguitemi anche lì!

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Leave a Reply