Tout Va Bien, foulard e gioielli secondo natura

Tout va Bien

Non c’è niente da fare, la Natura che ci circonda rimane la più grande fonte d’ispirazione per l’arte e la creatività: basta saperla osservare attentamente per trarne la bellezza e riversarla, per esempio come nel caso del brand francese Tout Va Bien, in foulard e gioielli.

Tout Va Bien nasce all’inizio del 2014 da Pauline Lequesne, che decide di dar vita al proprio progetto personale dopo aver lavorato per diversi anni nel settore luxury come Product Designer.

Sensibile alla raffinatezza delle creazioni di lusso, ho la stessa attenzione ai dettagli quando osservo la natura.
Studio le piante, anche tramite fotografie e illustrazioni, come se fossero oggetti di design progettati con precisione.

Tout va Bien

Un’altra cosa davvero interessante è che Tout Va Bien è un brand collaborativo: per realizzare le collezioni vengono chiamati artisti, designer, grafici e illustratori dai background più disparati, in questo modo il contributo di ognuno è sempre originale e ricco di personalità. C’è chi disegna, chi dipinge, chi stampa… e il tutto avviene, con un ammirevole patriottismo che tiene conto delle problematiche socio-economiche dei nostri tempi, in Francia. Anche la ricerca dei materiali e la produzione è Made in France. I foulard sono realizzati con la seta di alta qualità proveniente da un’area dove la tessitura di questo materiale è una pratica che viene perfezionata da oltre 5 secoli: la regione di Lione. Mi fa venire in mente il bellissimo romanzo di Baricco.

Tout va Bien

Per i  gioielli invece ci si affida ad abili artigiani parigini che utilizzano la tecnica del processo di fusione a cera persa, che offre una grande precisione sui dettagli e conferisce ad ogni pezzo un carattere unico.

SS 2014: la prima collezione Tout Va Bien

La prima collezione primavera / estate 2014 è stata creata intorno ad un tema unificante per i gioielli e foulard: i rami, in francese branchages. Come vi ho già detto Tout Va Bien parla di piante e design, in un modo che ammicca alla tendenza contemporanea dello sketch, con forme e materiale che hanno il difficile compito di catturare la vitalità della natura – con tutte le sue imperfezioni e irregolarità, adattandole in modo grafico al mondo degli accessori.

Tout va BienToutvaBien-design_canopee3

Pauline Lequesne, designer e founder del marchio, è l’anima dietro questo processo di appropriazione: il risultato sono gioielli che esprimono la fragilità e la complessità degli elementi naturali, con anelli e collane che mostrano le qualità delicate di foglie e rami.

Tout va BienTout va BienToutvaBien-design_by-delo

I foulard invece vedono la partecipazione di 4 graphic designer e una pittrice (Cécile Cazanova, Les delo, Hélène Derighetti e Amélie Ducommun), che hanno creato altrettanti “paesaggi”, per una collezione varia eppure incredibilmente coerente: come la Natura, del resto.

Leave a Reply