fbpx
Sterlizie Blog Magazine
Categorie
Autoprogettazione Monica Bonvicini

Autoprogettazione: riproduci un’opera d’artista a casa tua

Nell’aprile del 1974 Enzo Mari presentava alla Galleria Milano la sua poi celebre mostra “Proposta per un’autoprogettazione”, dove offriva disegni progettuali e istruzioni per realizzare mobili, destinati alla creatività e inventiva di chiunque volesse cimentarsi a costruirli autonomamente. Un invito a sottrarsi ai meccanismi produttivi dominanti, su larga scala, recuperando quindi la capacità manuale e con essa l’autonomia realizzativa.

Oggi questa situazione straordinaria che stiamo vivendo a causa delle restrizioni imposte per arginare l’emergenza Coronavirus, ha stimolato la nascita di un’iniziativa che rende omaggio al designer, declinando l’idea tra il digitale del sito che ne raccoglie il concept e lo spazio limitato della casa di tutti coloro che vorranno cogliere la sfida.

È facile ritrovarsi in questo scenario. La vita quotidiana chiusi in casa può essere una situazione non facile, ma che ci sta anche portando a rivalutare gli spazi in cui viviamo e, in essi, il modo in cui viviamo. Nella nostra casa riscopriamo la necessità del saper fare, del realizzare autonomamente ciò che ci è necessario, un’esigenza che si rivela esistenziale, ancor prima che pratica. Un esercizio per la mente insomma e non solo fisico, come del resto qualsiasi attività come cucinare, fare esercizio, riscoprire un hobby.

Ma in cosa consiste il progetto? Chiamati a raccolta per questa nuova spinta di Autoprogettazione, oltre settanta artisti che forniranno man mano il loro contributo. L’idea è semplice quanto efficace: creare un’opera d’arte che sia riproducibile da tutti nelle proprie case.

Autoprogettazione - Pierluigi Fresia - Galleria Milano
Autoprogettazione - Pierluigi Fresia - Galleria Milano
L’autoprogettazione racchiude in sé una doppia possibilità: creare un’opera autonomamente e, attraverso l’arte, auto(ri)progettare la propria esistenza.

Gli artisti coinvolti nell’autoprogettazione offriranno le istruzioni per realizzare un’opera d’arte, da loro ideata, alle persone a casa. Dovrà bastare ciò che si ha a disposizione e questo naturalmente può incidere sulla tipologia delle opere, ma certamente troverete spunti per ispirarvi e darvi da fare, anche con poco. L’autoprogettazione racchiude in sé, quindi, una doppia possibilità: creare un’opera autonomamente e, attraverso l’arte, auto(ri)progettare la propria esistenza.

Autoprogettazione Monica Bonvicini
Autoprogettazione - Monica Bonvicini
Autoprogettazione - Meri Gorni
Autoprogettazione - Meri Gorni

Le persone che partecipano da casa sono poi invitate a condividere le proprie realizzazioni postandole su Instagram con i tag @autoprogettazione e @galleria.milano e gli hashtag #autoprogettazione #galleriamilano #iorestoacasa #laculturanonsiferma
Per chi non fosse iscritto ai social, niente paura: basta inviare il proprio lavoro via email a autoprogettazione2020@gmail.com.

Iniziate a scorrere i progetti già pubblicati sul sito http://www.autoprogettazione.com/ e tenetelo monitorato per le nuove aggiunte: è il momento di mettersi in gioco!

Ti è piaciuto?
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
LinkedIn
Share
Instagram